MI RALLEGRO DUE VOLTE

admin Blog Leave a Comment

Dunque la Raggi ha stravinto a Roma e io me ne rallegro sinceramente, nonostante non l’avrei votata se avessi scelto di vivere nella capitale.
Il perchè l’ho già motivato, senza tanti “se” e tanti “ma”, su questo stesso blog: l’intervista del candidato Primo Ministro a Vanity Fair m’ha disgustato tanto da accentuare i miei sospetti su chi comanda nel Movimento.
Altrettanto mi rallegro, se non di più, per l’insuccesso di quel Giachetti, così tanto incorrotto oltre che gradevole a differenza di tutta la banda del PD romano (i nuovissimi mostri), intelligente per la tessera anche radicale ma, nello stesso tempo, SORDO, CIECO, E MALEDETTAMENTE MUTO di fronte a tutte le porcherie rutelliane e veltroniane, che hanno creato il clima che ha consentito ai Buzzi e ai Carminati di prosperare fino alle manette. Lui era in quei palazzi e corridoi e quindi: o è un cretino oppure è un complice, non certo di spartizioni e ruberie, quanto d’immiserimento politico e culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *